Dalla drastica diminuzione della latenza alla capacità di effettuare analisi in tempo reale: ci sono una serie di benefici che la tecnologia nota come edge computing è in grado di portare ad aziende e utenti finali. Il principio che ne sta alla base è che qualsiasi informazione deve essere sfruttata il più vicino possibile al punto in cui è stata generata, in modo da essere analizzata nel minore tempo possibile.

Quando c’è la necessità di dati in tempo reale

Questo sulla carta: ma quali sono i casi concreti in cui l’edge computing ha già trovato una fruttuosa applicazione?  Ci sono svariate attività economiche che possono essere interessate da questo fenomeno: dalla produzione di petrolio e gas sino alle banche, passando per le più tradizionali vendite. D’altronde è un fato di fatto che ormai siamo letteralmente circondati da telecamere di sicurezza, telefoni, sensori di , termostati, auto e televisori che, minuto dopo minuto, creano dati che possono essere estratti e analizzati proprio grazie alle infrastrutture di edge computing. Che ad esempio, come accennavamo in precedenza, può rivelarsi estremamente utile per il monitoraggio a distanza delle apparecchiature di petrolio e gas, per rilevare i guasti a livello di macchinari prima della classica analisi predittiva.

PER APPROFONDIRE SCARICA IL WHITE PAPER “I BENEFICI DELL’EDGE COMPUTING”

Anche i droni utilizzano l’edge

Con la stessa logica l’edge può essere impiegato nelle industrie chimiche per costruire raffinerie di petrolio intelligenti, nelle quali l’intero processo produttivo è costantemente analizzato per aumentare la produttività e la sicurezza sul lavoro. Nella produzione elettrica può essere invece impiegato per ridurre la perdite di potenza delle apparecchiature, rendendole così più affidabili ed efficienti. Ma, oltre a queste attività decisamente industriali, ci sono utilizzi dell’edge anche in settori insospettabili: ad esempio nel mondo dei trasporti esistono già applicazioni basate sull’edge che da un lato aiutano gli utenti a trovare il parcheggio giusto e, dall’altro, riducono i tempi di fermo del parcheggio, grazie all’analisi dei dati in tempo reale. Oppure pensiamo ai droni, che sono stati progettati anche per raggiungere luoghi remoti dove gli esseri umani non possono arrivare. Anche in questi casi, pensiamo ad esempio alle operazioni di soccorso dove queste macchine sono sempre più impiegate, può rivelarsi estremamente utile trasmettere le informazioni raccolte nel minore tempo possibile.

Realtà aumentata e veicoli a guida autonoma

C’è poi un altro mondo che in questa fase è particolarmente sotto i riflettori, quello della realtà aumentata: in questo caso una piattaforma di calcolo edge può supportare i servizi AR fornendo dati altamente localizzati specifici per il punto di interesse dell’utente. Un qualcosa, è facile da capire, particolarmente importante soprattutto per l’ambito retail. Infine, c’è forse il caso che più aiuta a comprendere le potenzialità dell’edge computing, ossia quello dei veicoli a guida autonoma: come noto, in questi prototipi realizzati da nomi del calibro di Google e Uber, il computer di bordo svolge un ruolo “vitale”, dunque qualsiasi dato – in particolare quelli relativi al movimento degli altri veicoli e dei pedoni – devono essere elaborati in tempo reale. La latenza del messaggio, insomma, non è assolutamente ammessa.

EDGE COMPUTING PER LA TRASFORMAZIONE DIGITALE

SCOPRI COME

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here